Valle Gesso

Valle delle meraviglie - Valle Gesso - Valle Stura Tour 2012

Last Updated on Friday, 03 August 2012 13:03 Thursday, 02 August 2012 09:55


Pallini Rossi Tour 2012

Lago del Claus

Una bella traversata di 6 giorni dalle Valle delle Meraviglie alla Valle Stura di Demonte traversando tutta la Valle Gesso.

I Pallini rossi , l'assenza di una meta e il tempo a disposizione sono stati i tre eletti chiave che hanno caratterizzato questa traversata. Il tempo a disposizione è un vincolo da cui edifficile liberarsi per i più. L'assenza di una meta e l'aver deciso di raggiungere il punto di partenza con mezzi pubblici eliminando così la necessità di "ripassare da via" a ritirare la macchina crea qualche sbattimento in più ma da molta libertà d'azione. Non ci sono tappe da rispettare posti da raggiungere per forza e così ogni giorno si può decidere per il sucessivo  seguendo un idea, il sole, una cima che ci piace o incuriosisce. I pallini rossi sono il tratto che sulle cartine indica le "tracce di sentiero" e sono diventati la mia "strada" dove possibile, dandomi la possibilità di tornare in posti già molte volte bazzicati ma in modo diverso.


Come al solito mi sono portato dietro tutto il necessario per i giorni previsti, tenda , cibo etc etc. Nella traccia dell'intinerario sotto riportata indico tra parentesi i rifugi più vicini e comodi per chi preferisse questa soluzione.


Chi fosse interessato non esiti a contattarmi.


Read more: Valle delle meraviglie - Valle Gesso - Valle Stura Tour 2012

 

Gias del Vei del Bouc sottano (1430) – Lago del Vei del Bouc (2045)

Last Updated on Sunday, 22 November 2009 07:45 Wednesday, 17 December 2008 21:47

Mezzo di trasporto :zaino, passeggino, marsupio

Difficoltà: E

Dislivello: 500 MT.

Tempo di percorrenza:.1,30h

Periodo consigliato: da giugno a settembre Meteo della zona

Descrizione itinerario: Dal Gias del Vei del Bouc sottano, dove si giunge tramite l’itinerario San Giacomo Gias del vei del Bouc sottanao ,al termine della carrozzabile che giunge da S. Giacomo di dipartono 2 sentieri Lac del vei del Bouc (cartello) prendiamo la diramazione di sinistra che inizia rapidamente a salire tramite una serie di tornanti nei pressi di una piccola faggeta, la mulattiera continua la sua ripida salita per dirigersi verso l’emissario del Lago del Vei del Bouc al bivio successivo (2030) si tiene la sinistra e in breve si Giunge al lago di origine glaciale.

Osservazioni: Secondo una leggenda il lago si sarebbe creato per proteggere la tomba del Vecchio del caprone, vei del bouc in dialetto locale, che abitava quei luoghi. Il laghetto e’ in buona parte circondato da prati e dopo la sudata per raggiungerlo sarà dura resistergli. Il sentiero che sale del Gias sottostante è molto battuto quindi sempre evidente ma non offre , se non in prossimità del lago, spazi sosta di buona qualità.

La cosa più “curiosa” è come Jack sia riuscito a resistere con i piedi nell’acqua gelida mentre quando fa il bagnetto se la temperatura non è quella giusta protesta vivacemente, certo la caccia alla rane invisibile è un attività che richiede sacrificio.

 

S.Giacomo di Entraque (1213) - Gias del Vei del Bouc sottano (1430)

Last Updated on Sunday, 22 November 2009 07:43 Wednesday, 17 December 2008 21:29

Mezzo di trasporto :zaino, passeggino, marsupio

Difficoltà: T

Dislivello: 200 MT.

Tempo di percorrenza:.1h

Periodo consigliato: da maggio ad ottobre Meteo della zona

Accesso stradale: vedi itinerario San Giacomo di Entracque  - Rif Soria Ellena

Descrizione itinerario: Lasciata l’auto si attraversa il ponte sul Torrente Gesso e si prosegue lunga la gias del vei del buc sottano carreggiata, chiusa al traffico dei non autorizzati, lasciandosi sulla sinistra il “Campeggio Sotto Il faggio” e l’area attrezzata attigua. La strada sale nel bosco sino alle ex Palazzine Reali di Caccia oggi adibite a colonia dove l’asfalto cede allo sterrato, proseguendo sempre all’interno del bosco si guadagna un po’ di quota con una serie di tornanti per poi continuare sino al limitare del bosco al termine del quale si trova la meta.(4 Km circa dal posteggio).

Osservazioni: Il Gias del Vei del Bouc sottano e’ un’ampia distesa erbosa  percorsa nel centro da un torrente e con qualche albero qua e là dove trovare un po’ d’ombra nei periodi più caldi. La strada che lo raggiunge è percorribile in macchina dai pochi autorizzati perciò sempre in buone condizioni. Ciò lo rende un posto particolarmente adatto a picnic e ai bimbi e a chi desidera semplicemente riposarsi o prendere il sole senza andare a sudare su di una spiaggia sicuramente più affollata.

Quando abbiamo portato Jack qui la prima volta aveva appena compiuto i due mesi e abbiamo usato il passeggino, è stata una sudata ma ne è valsa come sempre la pena.


 

Lago Delle Rovine (1535) – Rifugio Genova (2015)

Last Updated on Thursday, 04 December 2008 15:16 Thursday, 04 December 2008 14:59

Mezzo di trasporto :zaino.

Difficoltà: E

Dislivello: 500 MT.

Tempo di percorrenza:.1,30h

Periodo consigliato: da giugno a settembre Meteo della zona

Descrizione itinerario: Lasciata l'auto nell'ampio parcheggio si segue la mulattiera che sale verso nord lasciandosela alla sinistra per seguire il sentiero che dopo alcuni tornanti inizia a salire ripido fino ad incrociare (1h ) la vecchia strada di servizio, si prende a destra e dopo un tratto asfaltato che porta alla postazione di guardia alla diga ,si gira a sinistra (cartello).La strada prosegue aggirando l’invaso artificiale del Chiotas, dove si specchia la Serra dell’ Argentera, per giungere in breve al rifugio Genova

Read more: Lago Delle Rovine (1535) – Rifugio Genova (2015)

 

San Giacomo di Entracque (1213) - Rif Soria Ellena(1840)

Last Updated on Wednesday, 17 December 2008 21:46 Saturday, 29 November 2008 12:36

Il rifugio fu inaugurato il 10 settembre 1961 e legato al nome dell’alpinista cuneese di Edoardo (Dado) Soria, Ristrutturato nel 1979, al nome di Soria fu aggiunto quello dell'altro grande alpinista cuneese Gianni Ellena, autore con Soria di numerose "prime" nelle Alpi Marittime tra le quali quelle tracciate tra il 1929 e il 1932 sul Corno Stella.

Mezzo di trasporto zaino

Difficoltà: E

Dislivello:600 MT.

Tempo di percorrenza:.2 h

Periodo consigliato: da Maggio ad Ottobre Meteo della zona

Descrizione itinerario: Da S. Giacomo di Entracque, passata la baita Monte Gelas seguire la strada sterrata (cartello segnaletico) che sale nel vallone del Gesso della Barra per giungere sino al Gias Sterpis, ad un ora circa di cammino s’incontra a sinistra il sentiero (cartello) che porta al Gias della Siula , si prosegue sempre lungo la sterrata principale ignorandolo fino a raggiungere, dopo una serie di tornanti, il Pian del Praiet sopra il quale sorge visibile il rifugio.

Read more: San Giacomo di Entracque (1213) - Rif Soria Ellena(1840)

 
Italian (Italy)English (United Kingdom)

GoogleBonckoSearch

Copyright © 2014 Boncko. All Rights Reserved.
Joomla!Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.GNU/GPL License.
  • hacklink
  • porntube